Aquaholic

Cenotes, i suggestivi Ik Kil ed Azul


Un tuffo rigenerante in un cenotes messicano, con le sue calde e dolci acque, è qualcosa di davvero magico. Quelle acque un tempo erano vere e proprie porte d’ingresso con il mondo degli spiriti.

Cenotes messicano

I cenotes hanno una storia molto antica. Strettamente connessi con la cultura Maya, erano infatti considerati un luogo sacro, la porta di accesso al mondo degli spiriti. Il Cenotes Ik kil, per esempio, era usato come sito di preghiera per il dio della pioggia, Chaac.

Tramite i sacrifici umani di giovani vergini e prigionieri di guerra e numerosi gioielli, ritrovati sul fondo di queste profonde pozze, il popolo Maya omaggiava i propri dei.

Erano inoltre molto importanti per le antiche popolazioni, essendo una grande ed inesauribile fonte di acqua dolce.

Esistono due categorie di questi incantevoli buchi d’acqua: quelli aperti, a primo impatto, assomigliano molto a pozze di fiumi turchesi, la natura cresce rigogliosa nelle sue vicinanze, si possono scorgere pesci e molti uccelli che vengono attirati ogni giorno dalle limpide acque dei cenotes.

Quelli chiusi invece sono molto più suggestivi, buchi calcarei nel terreno da cui solamente poca luce solare riesce a filtrare. 


Cenotes, Ik Kil

Ik Kil – chiamato anche “sacro cenote blu” – è uno dei cenotes più famosi di tutto il Messico.

Situato a Pistè, si trova a soli 2 km dal famoso sito archeologico di Chitchen Itza. 

Circondato dalla folta giungla messicana, Ik Kil è un buco perfettamente circolare, dal diametro di 60 metri, interrato nel suolo calcareo di cui è formata buona parte della penisola dello Yucatan. 

Dopo essere scesi da un’antica e umida scala lunga 26 metri, si arriva al cenotes:

Una enorme piscina tropicale di acqua blu scurissima, circondata da liane che ricadono dall’apertura nel terreno fino ad arrivare a toccare l’acqua e piccole cascate di gocce fredde che si rovesciano all’interno del grande Cenote.

Nuotare in queste acque antiche e profonde è un’esperienza davvero surreale, che consigliamo, a chi se la sente, di provare.


Paese ❂ Messico 

Stato ❂ Yucatan             

Ingresso ❂ 80 pesos

Genere ❂ Cenotes, piscina naturale

Attività ❂ Tuffi, nuotare


Come arrivare 
Molti tour Operator propongono visite giornaliere a Chitcen Itza con tappa al cenotes. Se come noi preferite girare liberamente con la macchina, il sito viene indicato molto bene dai numerosi cartelli stradali situati lungo tutta la strada che attraversa la giungla messicana

Servizi Turistici
A disposizione dei visitatori troviamo un ristorante, uno spogliatoio in cui è possibile lasciare le proprie cose in un armadietto (30 pesos), ed un negozietto di souvenir. Inoltre all’entrata è disponibile un ampio parcheggio dove lasciare la propria vettura. 

Quando andare
Il cenote è aperto tutti i giorni dalle 8.00 alle 17.00. Vi consigliamo di recarvi al sito alla mattina, per evitare la folla della giornata.

Informazioni 
Il colore dell’acqua, così scuro, è dovuto alla profondità di questo pozzo: ben 40 metri. 

Cenotes Ik Kil
Cenotes Ik Kil

Azul, il cenote turchese

Sulla strada che porta da Puerta Aventuras ad Akumal troviamo il cenote Azul.

Immerso nella giungla messicana, Azul è un cenote a cielo aperto che deve il suo nome al colore dell’acqua – color azzurro turchese – limpida e trasparente.

Il suo fondale calcareo non è più profondo che pochi metri e dalla sua cima è possibile tuffarsi e divertirsi con un po’ di adrenalina durante le vostre calde giornate messicane.

A differenza dei cenotes più suggestivi, Azul non si trova sottoterra, anzi assomiglia ad un oasi rilassante immersa nella folta giungla messicana.

È infatti frequente scorgere della fauna locale, giunta fino alla pozza per cibarsi ed abbeverarsi.

Airone al cenote Azul

Paese ❂ Messico

Stato ❂ Quintana Roo

Ingresso ❂ 100 pesos

Genere ❂ Cenotes, piscina naturale

Attività ❂ Tuffi, snorkeling, relax


Come arrivare
Il sito è situato poco più avanti di Puerta Aventuras, a 25 minuti di macchina da Playa del Carmen.
Si trova a lato della strada e viene segnalato molto bene dai cartelli stradali

Servizi Turistici
Al cenote Azul sono disponibili bagni e spogliatoi: quelli all’ingresso sono gratuiti mentre quelli all’interno del sito sono a pagamento.

Quando andare
Il cenote è aperto tutti i giorni dalle 8.00 alle 17.30, non si tratta di un sito molto famoso, ma consigliamo comunque di andarci alla mattina.

Informazioni
Possibilità di noleggiare una maschera da snorkeling all’entrata.

cenotes, Azul
Cenotes, Azul

E voi ragazzi, siete mai stati in Messico? Siete già andati a sbirciare l’itinerario creato in occasione del nostro viaggio in questa bellissima regione?

In caso abbiate qualche consiglio in più da dare riguardo queste fantastiche piscine naturali, scrivetecelo nei commenti!

Un bacio ad Azul

E se vi è piaciuto l’articolo, condividetelo!

Un commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *